Metodi d'indagine Scienze mediche

Tutte le domande sul concorso del 2020
Rispondi
SergioCoppola
Studente escellente
Studente escellente
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 ottobre 2019, 15:34

Metodi d'indagine Scienze mediche

Messaggio da SergioCoppola »

Salve,
ringrazio già in anticipo eventuali studenti che mi risponderanno!
Il mio primo quesito è relativo al "metodo d'indagine" richiesto in molte domande degli anni scorsi e, presumo, anche nelle prossime. Osservando domande simili già poste nel forum, sono riuscito a carpire alcune tecniche che, in parte, già conosco sobriamente (PCR, elettroforesi, qualcosina di immunoistochimica) ma, date le mie conoscenze da maturando liceale, non riesco a comprenderne totalmente l'importanza in campo diagnostico; nel caso voi abbiate ricevuto un'illuminazione da qualche lettura più approfondita come un testo universitario, potreste consigliarmela?
In secondo luogo, vorrei chiedervi quanto sia secondo voi importante l'aspetto pratico/empirico ed etico nel metodo d'indagine. Faccio un esempio ricollegandomi a una delle domande tra quelle riportate nel sito della scuola tra le domande passate: "Viene scoperta una nuova specie animale ed occorre stabilire se si tratti di un organismo omeotermo oppure pecilotermo. Il candidato proponga metodiche di indagine per identificarne il sistema di termoregolazione". La parte più empirica di me monitorerebbe costantemente l'animale con un termometro a infrarossi, per osservare eventuali variazioni di temperatura nel ritmo giorno/notte, e a osservare un'eventuale morfologia che mi condurrebbe a ipotizzare il s. di termoregolazione per similitudine con altri animali. Forse poca teoria e troppa prassi? E non rischierei di arrecare un eventuale danno all'animale?
Ringrazio di nuovo chi si prenderà la briga di leggere, e vi faccio i miei sentiti complimenti per l'ingresso.

MatteoLandi
Studente escellente
Studente escellente
Messaggi: 1
Iscritto il: 19 aprile 2020, 16:48

Re: Metodi d'indagine Scienze mediche

Messaggio da MatteoLandi »

Ciao Sergio,
Ti rispondo perché l'esempio che citi è stato il tema che ho fatto io per l'ammissione:
- relativamente al metodo d'indagine non mi soffermerei sull'importanza DIAGNOSTICA delle tecniche d'indagine perché obiettivamente nessuno ti chiederà mai di identificare un processo fisiopatologico al concorso; piuttosto semmai tecniche di laboratorio e/o strumentali. Quelle che citi sicuramente sono utili, non saprei indicarti un testo che parli solo di queste; se vuoi saperne di più ti consiglierei uno dei volumi della Zanichelli di biologia molecolare (tipo il "Biotecnologie molecolari" di Brown), che però sono cari ed anche molto complessi, e sicuramente contengono molte più informazioni di quelle di cui avresti bisogno. Personalmente mi era stato sufficiente il testo di quinta del mio liceo; piuttosto documentati in internet su siti specialistici ed attendibili.
- l'aspetto pratico è fondamentale nel metodo proposto (non puoi parlare di cose infattibili) e quello etico meno, semmai menziona il problema così mostri di avere una sensibilità alla questione. Le poche cose che citi hanno molto senso, io avevo proposto tecniche anche molto più invasive.
Se hai altre domande scrivimi pure a m.landi@santannapisa.it.
Buona fortuna!
Matteo

Rispondi