[MED] ammissione al III anno

Domande&Risposte sulla scuola poste fino al 7 ottobre 2008.
Candida
Studente svogliato
Studente svogliato
Messaggi: 52
Iscritto il: 8 marzo 2006, 21:34
Località: camera 30

Re: [MED] ammissione al III anno

Messaggio da Candida » 3 settembre 2008, 23:05

Raskolnikov ha scritto: alla fine se sei classificato secondo trai concorrenti al secondo anno, vieni ammesso anche se in graduatoria generale hai davanti degli aspiranti al primo non vincitori, o sbaglio?
Sbagli. Vengono ammessi i primi 9 classificati, a prescindere dall'anno per cui concorrono. Per cui, se risultassi essere il decimo classificato, saresti fuori (salvo successivi scorrimenti) anche se fossi il primo fra quelli che provano per il II anno.

Raskolnikov
Studente escellente
Studente escellente
Messaggi: 3
Iscritto il: 31 agosto 2008, 10:58

Re: [MED] ammissione al III anno

Messaggio da Raskolnikov » 3 settembre 2008, 23:08

Candida ha scritto:
Raskolnikov ha scritto: alla fine se sei classificato secondo trai concorrenti al secondo anno, vieni ammesso anche se in graduatoria generale hai davanti degli aspiranti al primo non vincitori, o sbaglio?
Sbagli. Vengono ammessi i primi 9 classificati, a prescindere dall'anno per cui concorrono. Per cui, se risultassi essere il decimo classificato, saresti fuori (salvo successivi scorrimenti) anche se fossi il primo fra quelli che provano per il II anno.
Perfetto, ho capito ora.
Scusatemi se mi ripeto, ma il giorno è lo stesso per tutti gli aspiranti al primo secondo e terzo anno? (8-9 settembre)

Candida
Studente svogliato
Studente svogliato
Messaggi: 52
Iscritto il: 8 marzo 2006, 21:34
Località: camera 30

Re: [MED] ammissione al III anno

Messaggio da Candida » 3 settembre 2008, 23:13

Sì.

paolo
Studente escellente
Studente escellente
Messaggi: 2
Iscritto il: 3 agosto 2008, 2:35

Re: [MED] ammissione al III anno

Messaggio da paolo » 4 settembre 2008, 17:45

Mimmo, hai inteso perfettamente: sono uno studente del II anno, che quindi sarà del III nell' A.A. 2008-2009.

Ti vorrei chiedere qualcosa di più sulla prova scrita di scienze della vita.
Ero convinto che si trattasse di un argomento di bioetica, ma in realtà oggi leggendo le prove degli anni precedenti sul sito della Scuola, che riporto qui sotto, scopro con mia grande sorpresa che in realtà si va più a 360°:
"- Molte speranze vengono riposte sull’uso futuro di cellule staminali come metodo di cura e di ricerca. Esprimi le tue considerazioni sugli
aspetti etico-morali che dovrebbero guidare questa pratica in una società avanzata.
- Mercato e salute: sinergie e contrasti. Presentate una vostra riflessione sull’argomento.
- Il Progresso si accompagna ad un dibattito tra scienza ed etica: presentare una riflessione.
- L’uomo e i suoi pezzi di ricambio: dal trapianto di organi all’ingegneria tessutale."

Probabilmente sarà l'ansia pre-Concorso, ma leggendo alcune di queste tracce (in particolare la seconda e la terza) sono entrato in panico...
Ti vorrei chiedere come si può preparare questa prova (magari leggendo qualche libro o qualsiasi materiale), se si basa solamente sulle generiche riflessioni personali che però - per quanto mi riguarda - potrebbero esaurirsi in poche aride righe...
A te che tema capitò?

Grazie, anche per la precisione con cui mi avevi risposto in precedenza!

Paolo

Avatar utente
Mimmo
Studente svogliato
Studente svogliato
Messaggi: 62
Iscritto il: 25 aprile 2007, 23:31
Località: #50
Contatta:

Re: [MED] ammissione al III anno

Messaggio da Mimmo » 4 settembre 2008, 21:49

Se ben ricordo il nostro tema di biologia chiedeva di commentare una affermazione in cui venivano citate sia l'eutanasia che l'accanimento terapeutico come pratiche esecrabili. Credo che in quel caso la difficoltà non stesse tanto nell'avere conoscenze specifiche dell'argomento, quanto nello scrivere le proprie considerazioni tenendosi alla larga dai due estremi ma senza scendere nella banalità.
Ti faccio notare come all'epoca non fosse ancora scoppiato il "caso Welby" e come tutti i dibattiti successivi non avessero ancora portato all'attenzione di tutti la problematica, quindi non si può dire che quello fosse un tema di scottante attualità.
A posteriori credo che non avrebbe fatto male leggere durante l'estate qualche articolo di critica su temi bioetici, per rendere meno scontate le riflessioni o magari anche solo per citarne l'autore. Alla fine sono piccole cose che rendono il tema degno di nota rispetto agli altri.
Fatta questa lunga premessa, ora ti consiglierei semplicemente di provare a leggere qualcosa a riguardo senza farti prendere troppo dal panico. Il panico pre-esame non aiuta mai (ma questo dopo due anni di medicina lo sai benissimo... ;-) ).
Ora un ultimo sforzo e poi...in bocca al lupo per il concorso!
Non est vivere, sed valere vita est

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti